Riflessioni sulla Delega Lavoro e la riforma dell’articolo 18

La delega è stata approvata al Senato, tra mille sofferenze. Ma la delega dovrà essere riempita di contenuti. Continua dunque il nostro dibattito per capire meglio quale flessibilità, quale tutela, quale formazione vogliamo per il nostro futuro. E quali ostacoli lungo quella strada. La parola agli esperti

Furio Stamati (Istituto Universitario Europeo)

Il campo di applicazione del cosiddetto “Jobs Act” del governo Renzi è molto ampio. Volto a rilanciare l’occupazione “semplificando i rapporti di lavoro”, esso comprenderebbe le regole sulla contrattazione, il funzionamento di alcuni istituti di welfare e, secondo gli ultimi annunci, perfino norme in materia di rappresentanza sindacale. In concreto, due testi vi sono finora riconducibili: il “Decreto Poletti” e la “Delega Lavoro” attualmente in esame al Senato. Continua a leggere

La diseguaglianza conta. Contiamo la diseguaglianza

di Pasquale Terracciano

Negli ultimi giorni i quotidiani si sono accorti che l’un per cento della popolazione guadagna come legioni di operai e che Bill Gates potrebbe essere il primo a raggiungere il patrimonio di un milione di un milione (cioè un trilione) di dollari nel 2039. Queste notizie nascono da un riflesso editoriale: si ricollegano infatti al successo della traduzione inglese del testo di un economista parigino, Thomas Piketty – Le capital au XXI siècle. Continua a leggere