La lezione minima della Resistenza

di Marco Bresciani

(una versione più estesa è stata pubblicata sugli Statigenerali)

La Resistenza è stata a lungo una risposta. Una risposta che legittimava le istituzioni post-1945 in tutta Europa con la retorica della “liberazione nazionale” e con quella della “guerra antifascista” (intesa soprattutto come antinazista e antitedesca). Una risposta che nondimeno alimentò, dagli anni Sessanta, le aspirazioni e le velleità “rivoluzionarie” di giovani generazioni ansiose di riprendere in varie forme il radicalismo antifascista. Una risposta che infine, in Italia più che altrove, la sinistra ha cercato di recuperare nel tentativo di rinnovamento post-1989, in chiave di opposizione alle forze che si proponevano di chiudere l’esperienza della “Prima Repubblica”. Tutto questo, in larga misura, appare ormai archiviato. Soprattutto perché completamente mutato è il contesto europeo e globale. Continua a leggere

Partigiani nuovi e vecchi. Per una nuova resistenza

di N. Barbato

La resistenza come condizione esistenziale. La resistenza come missione, mito o, in alcuni casi, feticcio. Tante le sue forme politiche, quanti i fronti di conflitto latente che dividono il nostro paese: tra memorie non condivise di una nazione, opposti giudizi sul presente e sul recentissimo passato della nostra democrazia, idee che immaginano un futuro diverso per la nostra Costituzione.

Continua a leggere